GENERAZIONE XX

produzione Gruppo della Creta | Fattore K 

in collaborazione con Todi Festival

drammaturgia Anton Giulio Calenda

regia Alessandro Di Murro

con Stefano Bramini, Jacopo Cinque, Alessio Esposito, Giulia Fiume, Federico Le Pera, Laura Pannia, Lida Ricci e Bruna Sdao

scene Domenico Franchi

musiche Enea Chisci

luci Marco Macrini

costumi Laura Giannisi

trucco Chiara Randello, Giulia Przytula

aiuto regia Michele Nardi, Emma Aquino

aiuto scenografia Davide Germano, Federica Foschia

direttore di produzione Pino Le Pera

movimenti coreografici Jaqueline Bulnes

video di scena Gipo Fasano

 

Si ringrazia: New Off Arc

Generazione XX indaga dinamiche postmoderne di produzione di immagini e stereotipi comportamentali che plasmano l’esistenza delle nuove generazioni.

 

Essa è il risultato della riflessione fatta dalla nostra compagnia teatrale, che intende esplorare e comprendere la propria identità storica e il proprio essere nel mondo contemporaneo.

 

Generazione XX è la storia d’amore di Linda e Giacomo, “due giovani fidanzati gravati dal peso della vita”.

 

Le crudeltà che a questi due personaggi verranno inflitte e che loro stessi si troveranno obbligati a infliggersi reciprocamente saranno una lente di ingrandimento volta ad analizzare il paesaggio distopico ove la trama si svolge: la “Nazione”.

 

La Nazione, territorio immaginario dove l’azione si svolge, rimanda alla storia politica e sociale dell’Italia degli anni settanta, quando la classe politica, in nome della salvaguardia della Democrazia, si trovò a risolvere urgenti dilemmi morali attraverso decisioni di cui ancora oggi sentiamo l’effetto.

 

Un carnevale tetro e cannibalico composto da macchiettistici personaggi televisivi (giornalisti, veline, conduttori e star, la cui fama è immediatamente proporzionale alla loro rinuncia di umanità) darà vita ad un coro post-moderno che condurrà lo spettatore attraverso le scelte dei protagonisti e le loro relative conseguenze.